We Are One - un resoconto dal VI Congresso Europeo IBF di Biodanza

Più di mille persone hanno partecipato al VI Congresso Europeo di Biodanza dal 7 al 10 Luglio in Olanda giungendo a Eindhoven, luogo dell’evento, non solo dall’Europa (incluso Russia e paesi baltici) ma anche dal lontano Giappone, dall’Australia, dalla Nuova Zelanda, dall’Africa e dalle Americhe.

Con una sincronica coincidenza ha sottolineato Sergio Cruz, presidente IBF, quest’anno si celebrano i trenta anni del sistema Biodanza Rolando Toro in Europa che ha cambiato la vita di tant* .. danzando!

Reinder Schoneville e il team che ha organizzato insieme ai direttori delle scuole IBF dell’Olanda questo evento hanno desiderato creare uno spazio per poter vivere insieme quattro giorni ricchi e poi rivivere la magnifica energia che la Biodanza muove nel mondo, in tutto il mondo.

Il titolo del congresso "We Are One" è stato ispirato dalla poesia di Rolando Toro “Tutti siamo uno“ e gran parte delle conferenze e delle viviencie hanno fatto riferimento a temi come la cooperazione, l’intelligenza affettiva, la natura umana e le creazioni comunitarie, collettive. Gli oltre cento direttori di scuole di Biodanza e i circa duecento facilitatori da tutto il mondo insieme ai membri dell’International Biocentric Foundation (IBF) hanno offerto oltre settanta sessioni (vivencias) condotte da più persone: una grande ricchezza e multiculturalità di proposte.

La possibilità di poter danzare alla cerimonia di apertura e di chiusura in un gruppo di mille persone ha rappresentato un’esperienza incredibile di vivencia collettiva che gli organizzatori e i partecipanti hanno creato per potenziare la sensibilità e il senso del noi, dell’espressione del potenziale umano in gesti semplici, di riconnessione con le nostre qualità originarie di tenerezza, cura, sensibilità e integrazione del diverso.

Un tributo commovente a Marlise Appy (traduttrice dell’opera completa di C.G. Jung in portoghese, didatta e membro del Consiglio Scientifico dell’IBF, dirige con Angelina Pereira dal 1990 la Scuola Paulista di Biodanza, conduce gruppi settimanali e stage per Scuole di formazione in tutto il Brasile, all’estero, in imprese, ONG e Università), che ha dedicato gran parte dei suoi 88 anni di vita all’insegnamento e alla diffusione di Biodanza in Brasile e nel mondo sostenendo sin dall'inizio il lavoro di Rolando Toro.

Oltre alla ricchezza degli incontri vivenciali, nelle cinquantadue conferenze in programma al congresso sono state illustrate molte esperienze di gruppi di Biodanza in ambito istituzionale (presso le carceri, le strutture sanitarie, le scuole, le istituzioni geriatriche) e con gruppi specifici (con persone disabili, con dipendenze o affette da Parkinson, da cancro, con pazienti psichiatrici, in gruppi di sostegno a processi di elaborazione del lutto o di sostegno o a madri e figli in condizioni di disagio sociale) – una particolare menzione va alla lunga esperienza (diciotto anni) di Biodanza in ambito clinico sviluppata dalla scuola di Biodanza nel vicentino. Spazio è stato dedicato alla pratica di Biodanza in aziende e organizzazioni come possibilità di integrazione e di manifestazione delle capacità di co-creazione collettiva.

Le tante esperienze in ambito educativo stanno portando verso la codificazione di una nuova pedagogia. Moltissimi gli approfondimenti teorici sulla musicalità, lo sviluppo dell’empatia, le ricerche in ambito psicologico e fisiologico degli effetti della Biodanza tra cui quella più vasta mai realizzata conclusasi in Italia lo scorso anno con la pubblicazione di un articolo sulla rivista Psicologia della Salute degli effetti della Biodanza su un campione di 295 persone.

Rolando Toro ha spesso evocato l’incontro come uno dei maggiori strumenti di trasformazione personale e sociale: il congresso ha consentito di riallacciare contatti, rivedere persone amiche e conoscere nuove persone in un clima gioioso e sereno. Le serate sono state allietate da spettacoli, presentazioni di nuovi libri, video che illustrano esperienze di Biodanza, oltre a musica dal vivo e concerti. Al contempo l’ex convento trasformato in hotel che ha ospitato l’evento, nei suoi moderni chiostri, nelle sale di meditazione, nel parco circostante consentiva di godere di momenti di pace e di raccoglimento. Un luogo unico che ha ospitato tutti i partecipanti, che hanno potuto condividere l’intensa esperienza in quattro giorni oltre a gustare l’eccellente cucina locale: una organizzazione impeccabile!

Rientriamo a casa alimentati da questo noi, esperienza intensa di umanità gioiosa, pacifica e aperta all’azione… per diffondere il messaggio di Biodanza, della vita nel mondo e nel quotidiano.

Arrivederci al prossimo congresso europeo nel 2018 in Spagna.

autore: 
Sandra Capri per la redazione
TAG CLOUD: 
congresso europeo
biodanza

Calendario eventi

D L M M G V S
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
 
 

Resta in contatto con noi

Biodanza Italia

Scopri tutte le news, gli eventi e le comunicazioni ufficiali di BiodanzaI Italia.

Contattaci

Ass. Biodanza Italia

Via San Martino, 14 .
20122 Milano

C.F. 97292290158
© 2015 - All Rights Reserved

E-mail info@biodanzaitalia.it

Education - This is a contributing Drupal Theme
Design by WeebPal.